Alfa Romeo Giulia QV, un mostro che può spaventare i tedeschi

Alfa Romeo Giulia QV, un mostro che può spaventare i tedeschi

Finalmente Alfa Romeo si è risvegliata! Il gruppo FCA con questa nuova auto vuole portare Alfa Romeo ai vertici, vuole rinnovarla e alzare il tiro, un auto che sulla carta può dar filo da torcere a tutte le berline sportive della stessa fascia e ora, tutto quello che vogliamo è vederla in strada e ammirarla dal vivo.

I tedeschi dovranno preoccuparsi? Questo lo sapremo solo dopo i test. Intanto la presentazione della nuova  Alfa Romeo Giulia Quadrifoglio Verde ha smosso le acque sopratutto per la potenza del motore, di ben  510 CV, motore ovviamente sviluppato in collaborazione con Ferrari. I dati rivelati per questa berlina non sono da tutte: 0-100Km/h in solo 3,9 secondi, aereodinamica attiva, l'unica auto ad averla nella fascia berlina, distribuzione del peso sui due assi del 50% e un peso totale di 1530 Kg grazie all'utilizzo della fibra di carbonio e, a quanto pare dalle foto, monta pure un impianto frenante con dischi carboceramici, sicuramente un optional molto costoso guardando i prezzi di vendita di questo tipo di impianti. Insomma un auto che sulla carta vale molto, ma sarà la strada a decretare la sua superiorità o meno rispetto alle Rivali tedesche, per ora godiamoci le prime foto ufficiali di questa sportiva italiana! Italiaanse furie legt Duitsers vuur aan de schenen: Alfa Romeo GiuliaItaliaanse furie legt Duitsers vuur aan de schenen: Alfa Romeo GiuliaItaliaanse furie legt Duitsers vuur aan de schenen: Alfa Romeo GiuliaItaliaanse furie legt Duitsers vuur aan de schenen: Alfa Romeo GiuliaItaliaanse furie legt Duitsers vuur aan de schenen: Alfa Romeo Giulia

Commenti su questo articolo


  1. Profile pic
    JACK888 Turin Spotter  -  per 18:29

    È bellissima!!!!!!!

  2. Profile pic
    Blackburn  -  per 02:28

    Concordo è veramente bella grintosa e sportiva

  3. Profile pic
    stefanoraineri_  -  per 19:00

    Appena spottata a Brescia, la prima senza camuffamenti !

  4. Non è ok

Related_spots



Notizie correlate